Tempo di lettura: 1 minuto

“Informatevi sempre, ascoltate più campane, non lasciatevi manipolare la mente.”
Con queste parole Ugo Berga, partigiano valsusino, ha esortato i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa “Il Treno che ho dentro”, svoltasi a Villar Focchiardo lo scorso 27 gennaio in occasione della Giornata della Memoria. 
Una mente lucida, un uomo che ha più volte sfidato il peso degli anni per raccontare la storia della Resistenza e che lo ha fatto, ancora una volta, proprio per noi, davanti a quei giovani che, nel corso della sua vita, ha tanto apprezzato e incoraggiato. Sentiva di dover lasciare un messaggio alle nuove generazioni, affinché la Memoria potesse ancorarsi al presente, con la speranza di non veder nascere nuovi fascismi in futuro.

Il tuo sguardo e le tue parole resteranno indelebili, Ugo, e ciò che hai saputo insegnarci in una manciata di minuti farà parte di noi per sempre.